artichoke-1630099__180

Cuoricini di carciofo sott’olio

La cooperativa agricola MarcheSana produce nella carciofaia di Villa Giulia una quantità di squisiti carciofi biologici.

I piccoli carciofi che ogni pianta produce come getti laterali secondari sono perfetti per essere conservati sott’olio.

I vasi che conserveranno i nostri carciofini andranno sterilizzati seguendo le stesse procedure di quelli per le conserve e le marmellate.

Ingredienti per circa 4 barattoli da 250gr l’uno

70-80 carciofini
1lt di aceto bianco bio
4dl di vino bianco secco
5 limoni
sale, pepe in grani
spicchi d’aglio facoltativi
foglie di mentuccia seccate facoltative

Lavare i limoni e spremerli in una ciotola grande abbastanza per contenere i carciofini.

Con un coltellino affilato liberare i gambi dalla parte legnosa (alcuni li tolgono del tutto, ma a noi piacciono molto!), eliminare le foglie esterne più dure e un pezzettino di punta.

Man mano che sono pronti lavarli e metterli nella ciotola con il succo di limone, rigirandoli spesso in modo che siano sempre bagnati di limone e non si ossidino diventando neri.

Intanto mettere a bollire l’aceto assieme al vino, con sale e pepe. Immergervi circa 15 carciofini per volta e farli bollire per almeno 5 minuti.
Toglierli dalla pentola e lasciarli scolare a testa in giù, strizzarli bene e porli su un telo pulito sempre a testa in giù, uno accanto all’altro.

Ripetere queste operazioni fino a terminare tutti i carciofini, che andranno coperti con un altro telo e lasciati ad asciugare per qualche ora, anche per mezza giornata.

Se necessario cambiare i teli, verificate sempre che i teli che adoperate per questi scopi siano stati ben sciacquati dal detersivo usato per lavarli e che non abbiano sentore di detersivo o ammorbidente!

Disporre i carciofi a testa in su nei barattoli, riempiendo bene tutti gli spazi. Coprire ogni strato con olio EVO, aggiungendo uno spicchio d’aglio e un po’ di mentuccia, fino ad arrivare ad un paio di centimetri dal bordo del barattolo.

Riempire lo spazio restante con olio, battendo il vaso leggermente sul piano di lavoro e ruotandolo ripetutamente. Aspettate almeno un’ora e verificate se c’è necessità di aggiungere altro olio.

Quando siete certi che non vi sia più aria tra i carciofini e che questi siano ben coperti, chiudete i barattoli e sterilizzateli seguendo le stesse procedure delle marmellate e conserve.

By | 2018-09-20T17:31:21+00:00 luglio 11th, 2018|CONSERVE SOTT'OLIO, News|